Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Fotografie  
Fotografie > Fioriture e andamento produttivo > 2020

Livello superiore
 
 
Titolo: Polline nei cassettini anti-varroa

Descrizione: L'amico Luigi Pozzi ci ha inviato le immagini di cassettini antivarroa contenenti molti granuli di polline. L'apiario in questione è sito a Mazzo di Valtellino, a circa 650 m.slm !!! Il tempo stabile con giornate soleggiate, il cielo frequentemente sereno e terso e le temperature sopra la media hanno portato la vegetazione ad anticipare: nei giardini troviamo fiorito il profumato Calicanto (Chimonanthus Lindl), l'Erica (Calluna Vulgaris Seed) e il nocciolo (Corylus avellana). Per la diffusione che questa pianta ha in Valtellina, per la quantità di polline che produce, per la sua appetibilità da parte delle api è una fioritura particolarmente importante . E' inoltre una pianta rustica che si adatta a tanti ambienti e che quindi presenta una fioritura scalare che permette alle api un approvvigionamento abbastanza prolungato nel tempo. Ma è il periodo che fa giocare un ruolo chiave a questa fioritura: è pressoché l'unica fonte disponibile di polline ed è soprattutto il segnale che l'inverno è ormai alle spalle e che quindi gli alveari possono riprendere le attività: Il polline è infatti necessario per l'alimentazione della covata e la cospicua importazione è stimolata dalla sua presenza ed è al contempo uno dei principali stimoli per una maggiore deposizione. L'arrivo di api con polline e la sua presenza nel cassettino può essere considerato uno dei segnali indiretti che può far ipotizzare l'eventuale presenza di covata. Altri segnali da tener presente (oltre alla quantità di polline importata) sono, ad esempio, la presenza di uova e scaglie traslucide di cera cadute nel cassettino.
Come sempre succede in agricoltura una ripresa troppo rapida non è mai positiva. L'inverno non è alle spalle e gli abbassamenti termici sono dietro l'angolo. Famiglie che partono troppo presto sono maggiormente a rischio, bisogna seguirle ancora più attentamente per una molteplicità di fattori: per ora è bene che ogni apicoltore, tenga monitorati i propri alveari anche solo con l'osservazione del cassettino e dal traffico alle porticine.

Autore: Luigi Pozzi
Titolo: Polline in arrivo!!

Descrizione: 05/01/2020
L'amico Luigi Pozzi ci ha inviato le immagini di cassettini antivarroa contenenti molti granuli di polline. L'apiario in questione è sito a Mazzo di Valtellino, a circa 650 m.slm !!! Il tempo stabile con giornate soleggiate, il cielo frequentemente sereno e terso e le temperature sopra la media hanno portato la vegetazione ad anticipare: nei giardini troviamo fiorito il profumato Calicanto (Chimonanthus Lindl), l'Erica (Calluna Vulgaris Seed) e il nocciolo (Corylus avellana). Per la diffusione che questa pianta ha in Valtellina, per la quantità di polline che produce, per la sua appetibilità da parte delle api è una fioritura particolarmente importante . E' inoltre una pianta rustica che si adatta a tanti ambienti e che quindi presenta una fioritura scalare che permette alle api un approvvigionamento abbastanza prolungato nel tempo. Ma è il periodo che fa giocare un ruolo chiave a questa fioritura: è pressoché l'unica fonte disponibile di polline ed è soprattutto il segnale che l'inverno è ormai alle spalle e che quindi gli alveari possono riprendere le attività: Il polline è infatti necessario per l'alimentazione della covata e la cospicua importazione è stimolata dalla sua presenza ed è al contempo uno dei principali stimoli per una maggiore deposizione. L'arrivo di api con polline e la sua presenza nel cassettino può essere considerato uno dei segnali indiretti che può far ipotizzare l'eventuale presenza di covata. Altri segnali da tener presente (oltre alla quantità di polline importata) sono, ad esempio, la presenza di uova e scaglie traslucide di cera cadute nel cassettino.
Come sempre succede in agricoltura una ripresa troppo rapida non è mai positiva. L'inverno non è alle spalle e gli abbassamenti termici sono dietro l'angolo. Famiglie che partono troppo presto sono maggiormente a rischio, bisogna seguirle ancora più attentamente per una molteplicità di fattori: per ora è bene che ogni apicoltore, tenga monitorati i propri alveari anche solo con l'osservazione del cassettino e dal traffico alle porticine.

Autore: Luigi Pozzi
Titolo: Prime fioriture nei prati

Descrizione: Nella zona del Comasco sono già iniziate le prime fioriture nei prati e Marco Bianchi ci invia la foto di un ape su un Lamium purpureum e si scorge anche la Veronica persica in fiore

Autore: Marco Bianchi
Titolo: Fioritura del nocciolo

Descrizione: 3 febbraio 2020 - Il nocciolo sta fiorendo anche in area orobica, cioè nel versante della valle esposto a nord!! E' il segnale definitivo del risveglio generalizzato degli alveari. Mauro Diana ha catturato immagini splendide di api al lavoro su gli amenti maschili di questa pianta

Autore: Mauro Diana
Titolo: Fioritura del nocciolo

Descrizione: 3 febbraio 2020 - La raccolta di polline di nocciolo favorisce lo sviluppo delle prime covate. Una splendida foto di Mauro Diana di ape intenta a "bottinare" su nocciolo

Autore: Mauro Diana
Titolo: Fioritura del nocciolo

Descrizione: 3 febbraio 2020 - Le giornate calde degli ultimi giorni e la fioritura del nocciolo hanno risvegliato pienamente le famiglie che mostrano una intensa attività alle porticine. Una bella foto di Mauro Diana di api "bottinatrici" che rientrano cariche di polline

Autore: Mauro Diana
Titolo: Si intensifica la raccolta di polline

Descrizione: Le covate per svilupparsi necessitano essenzialmente di una alimentazione proteica. Il polline è la risorsa ottimale per soddisfare tale esigenza. Bello e significativo questo scatto di Mirko Leusciatti che ringraziamo.

Autore: Mirko Leusciatti
Titolo: Lamium purpureum

Descrizione: Nei prati compaiono i primi fiori di interesse apistico tra cui il Lamium purpureum fonte interessante sia per il nettare che, soprattutto, per il polline. Quest'ultimo è rosso e si nota bene sulle zampe delle bottinatrici ma anche sui favi dove viene stoccato.

Autore: Sara Baracchi
Titolo: Salici

Descrizione: Sono in piena fioritura molti salici: una fonte importantissima di polline per i nostri alveari

Autore: Giampaolo Palmieri
 
nereal.com . 05|20