Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Fotografie  
Fotografie > Visite agli apiari > 2021

Livello superiore
 
 
Titolo: La lana di roccia

Descrizione: La lana di roccia ha una buona capacità di protezione termica. Come tutti i materiali fibrosi di origine minerale hanno goduto inizialmente e immeritatamente di una pessima reputazione perché sospettati come potenzialmente cancerogeni in analogia all'amianto. Studi approfonditi hanno scagionato da tale sospetto ed ora la lana di roccia è largamente utilizzata in edilizia.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: coibentazione

Descrizione: Se il tetto dell'arnia non da molte garanzie di protezione termica si possono abbinare più materiali a protezione della famiglia e del candito

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: coibentazione

Descrizione: E' soprattutto alle arnie che hanno il tetto in sola lamiera che bisogna riservare le maggiori attenzioni nella coibentazione della parte superiore, dove viene posto il nutrimento.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Arnie scoperchiate dal vento

Descrizione: Una situazione quasi analoga anche quella registrata dall'amico Marco Bianchi. In una postazione ad oltre 900 m di quota un arnia scoperchiata e rimasta in questo caso con solo il coprifavo pieno di neve ghiacciata. Nel risistemare l'alveare ha potuto constatare (e filmare) che la famiglia non risulta danneggiata ed è rimasta pienamente vitale.

Autore: Marco Bianchi
Titolo: Arnie scoperchiate dal vento

Descrizione: Alveari esposti così al freddo e alla neve difficilmente possono sopravvivere. La vitalità di certi nuclei è però stupefacente. Una famiglia forte e sana riesce ad affrontare anche situazioni estreme

Autore: Piarangelo De Paoli
Titolo: Arnie scoperchiate

Descrizione: Proprio come noi, le api devono avere un riparo per affrontare l'inverno. Una famiglia forte e sana però sa resistere alle situazioni di emergenza. L'amico Pierangelo De Paoli mi ha inviato le foto di un nucleo scoperchiato dal vento. Per una decina di giorni è rimasto esposto alla neve e freddo protetto solo da un leggero foglio di plastica: ha conservato, nonostante tutto, una notevole vitalità tanto da scogliere parte della neve accumulata.

Autore: Piarangelo De Paoli
Titolo: Movimento alle porticine

Descrizione: Ieri, 13 gennaio, dopo un prolungato periodo di freddo, il vento caldo "phon" ha innalzato improvvisamente le temperature. Grazie anche ad un sole che incomincia un po'a scaldare le api sono uscite per i voli di purificazione e le porticine si presentavano tutte molto trafficate.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Covate estese

Descrizione: La sostanziale stabilità meteorologica da metà febbraio, le temperature via via crescenti che presto si sono portate sopra la media del periodo, hanno creato le condizioni ottimali per la vegetazione. Tale situazione ha favorito anche per lo sviluppo ottimale degli alveari. Questi hanno ora covate in genere più ampie di quelle che si trovano solitamente ad inizio marzo. Situazione da buona a ottima anche relativamente alle scorte. Il consumo durante l'inverno è stato relativamente più contenuto perché, come detto, le famiglie sono rimaste più "ferme".

Autore: Giampaolo Palmieri
 
nereal.com . 05|21