Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Fotografie  
Fotografie > “Recupero sciami e risanamento territorio, distruzione nidi di vespe e di calabroni” > Raccolta di sciami e di sciami "selvatici"

Livello superiore
 
 
Titolo: Raccolta di uno sciame selvatico

Descrizione: Spesso gli sciami si infilano dove le boscaglie si infittiscono in un intrico di rami. Possono così costruirsi un nido che sfugge completamente alla vista, solo alla caduta delle prime foglie giungono a volte le segnalazioni dei proprietari delle selve, dei pescatori o cacciatori che chiedono la rimozione di tali nidi.

Autore: Angelo Ghilardi
Titolo: Uno sciame selvatico

Descrizione: Molte volte la stagione è troppo inoltrata per poter recuperare la famiglia a fini apistici. In realtà c’è una certa riluttanza da parte degli apicoltori a raccogliere gli sciami quando sostano momentaneamente prima di dirigersi alle destinazione definitive. La paura di introdurre nel proprio allevamento una famiglia ammalata fa desistere da un proprio intervento. E’ per questo che negli ultimi anno sono spesso segnalati sciami selvatici e i tecnici dell’APAS sono chiamati a risanare il territorio.

Autore: Angelo Ghilardi
Titolo: Tempo di sciami

Descrizione: Quando gli sciami sono molto consistenti non è infrequente vederli quasi divisi in due blocchi. Le difficoltà nella raccolta di uno sciame sono determinate dal posizionamento.

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: Tempo di sciami

Descrizione: Maggio è il tempo classico degli sciami. Questi si determinano dalla necessità dell'organismo alveare di prolificare dividendosi e cercando di colonizzare un nuovo territorio. A volte gli sciami sono veramente grossi per la consistenza di migliaia di api.

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: Raccolta di uno sciame

Descrizione: La raccolta dello sciame può richiedere tempo e pazienza quando è difficile raggiungere la regina

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: Tempo di sciami

Descrizione: Le famiglie producono sciami in primavera. Considerando l'alveare come un unico organismo, la sciamatura si presenta come una riproduzione per "scissione-gemmazione"

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: La sciamatura: un atto preparato per tempo

Descrizione: In primavera le regine producono meno feromone, specie se sono vecchie, e le api sono indotte così a edificare celle reali. In tale caso le regine sospendono la deposizione della covata e si preparano alla sciamatura.

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: Sciami: api poco aggressive

Descrizione: Nei primi momenti della sciamatura le api sono oltremodo docili e tranquille, spesso si può lavorare senza guanti e senza maschera

Autore: Tommaso Pusterla
Titolo: Un classico: sciame nel cassonetto

Descrizione: E' abbastanza frequente che le api scelgono come casa per il proprio sciame un cassonetto per le tapparelle. Se la segnalazione tarda a giungere la famiglia fa in tempo ad edificare diversi favi naturali

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Sciame nel cassonetto della tapparella

Descrizione: Bianchissima la cera dei favi che non hanno ancora ospitato covata. Ancor più candida se elaborata durante la raccolta della robinia

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Uno sciame fra imposte e finestra

Descrizione: Spesso capita che nelle case aperte saltuariamentegli gli sciami trovano riparo e hanno sufficientemente tempo per edificare numerosi favi. E' il caso di questo sciame rimosso a Maroggia il 2 giugno

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: uno sciame fra imposte e finestra

Descrizione: La difficolta, in questi casi, è quella di ricostruire i favi legando quelli naturali ritagliati ponendoli all'interno dei telai di legno dei favi

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Sciame all'interno di un muro

Descrizione: Quelli veramente difficili da prendere ma che devono comunque essere rimossi sono gli sciami che trovano casa nelle intercapedini dei muri. Questo nella foto era nell'oratorio dell'Angelo Custode, a 5 metri di altezza.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Sciame all'interno di un muro

Descrizione: Una raccolta difficile e "tardiva": il 23 di giugno!

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Uno sciame classico

Descrizione: Un classico sciame fra i rami di un albero da frutto ...

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Raccolto con tutte le cure

Descrizione: Lo sciame viene raccolto cercando di non danneggiare la pianta da frutto, lavorando con fumo e spazzola.
Lucia Longoni e Lucia Duca sono in azione.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Raccolata la regina sul foglio cereo

Descrizione: Le api si raccolgono rapidamente sul favo dove si è allocata la regina

Autore: Francesco Mondora
Titolo: una potente calamita

Descrizione: Palmieri solleva il favo con la regina, le api ne sono attratte come limatura alla calamita

Autore: Francesco Mondora
Titolo: Un piccolo sciame in Piazza Campello a Sondrio

Descrizione: Il 6 giugno '06 è arrivato un piccolo sciame a cercare casa nei pressi del minicipio di Sondrio.
Ordine di sfaratto da parte dei Vigili Urbani. Lo sciame si è lasciato raccogliere molto docilmente, persone distratte sono transitate sfiorando la piccola nuvola di api senza che avvenisse il minimo incidente.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Un piccolo sciame in Piazza Campello a Sondrio

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Distruzione di uno sciame selvatico

Descrizione: In un grosso muro di contenimento uno sciame ha realizzato il proprio nido. I mattoni forati per lo scolo delle acque mettono in comunicazione con un vano che si è involontariamente creato durante la costruzione del manufatto e che le api hanno giudicato adatto a loro. Data la pericolosità per le persone che ivi transitano e la possibilità che questo divenga un focolaio di infestazione per gli apiari vicini, si è provveduto alla sua distruzione.
Solo nelle prime fasi di occupazione di questi ricoveri è possibile recuperare questi sciami: quando il nido ha già qualche mese si è costretti a provvedere alla sua distruzione.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Un altro sciame classico

Descrizione: Uno sciame avviluppa un ramo di un giovane noce

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Le arnie in polistirolo

Descrizione: Con pochi scossoni lo sciame cade nell'arnia di polistirolo completa dei suoi favi con fogli cerei montati. Se la regina è caduta all'interno della piccola arnia basta lasciare il tempo alle api disperse di seguire la sua traccia odorosa per poter raccogliere completamente lo sciame.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Uno sciame a Chiareggio

Descrizione: La dott.ssa Angela Dell'Oca ci ha gentilmente inviato questa bella fotografia di Giancarlo Nani relativa ai favi costruiti da uno sciame che aveva nidificato fra la finestra e le imposte in una casa di Chiareggio (Chiesa in Valmalenco). 17 luglio 2007

Autore: Giancarlo Nani
Titolo: Gli sciami di Cleto

Descrizione: Cleto ha sempre inventato e realizzato attrezzatura particolare per raccogliere gli sciami. Quando poi è particolarmente difficile la sua raccolta l'abilità di Cleto diviene essenziale e fa la differenza.

Autore: Alice Gaggi
Titolo: Le intense sciamature del 2013

Descrizione: Una primavera climaticamente anomala ha, in molti casi, sconvolto gli equilibri degli alveari ed ha provocato intense sciamature. I frequenti fenomeni di maltempo hanno anche ridotto le possibilità degli apicoltori di prevenire e limitare la sciamatura. Ma oltre a queste cause oggettive la tendenza alla sciamatura è anche una attitudine genetica che può essere quindi limitata con una accurata selezione delle regine e con la sostituzione delle regine vecchie. Quest'ultime sono sicuramente le più portate alla sciamatura per la biologia stessa dell'insetto

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Sciami sugli alberi

Descrizione: Cleto Longoni è particolarmente bravo nel raccogliere gli sciami che si posizionano in posti difficili o che presentano comunque delle complessità.

Autore: Cleto Longoni
Titolo: Come raccogliere uno sciame

Descrizione: La sciamatura è un istinto naturale che certe pratiche apistiche hanno però favorito. Attualmente si tende invece a selezionare regine e ceppi genetici che hanno un basso tasso di sciamatura.
L'apicoltore inoltre cerca di controllare e prevenire la sciamatura con varie tecniche. In questo clip video si propone una panoramica della raccolta degli sciami.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: La caduta delle foglie rende visibile uno sciame "selvatico"

Descrizione: Christian Gajon ha inviato alcune foto del recupero di una famiglia di api in un boschetto nei pressi dell'abitato di Mese effettuato dall'amico apicoltore Sergio Folladori.
E' uno sciame che non era stato individuato e recuperato ed ha avuto quindi alcuni mesi a disposizione per costruirsi un proprio nido. La caduta delle foglie l'ha reso visibile.

Autore: Christian Gajon
Titolo: Recupero dello sciame "selvatico" a Mese

Descrizione: L'amico apicoltore Sergio Folladori recupera uno sciame "selvatico" in un boschetto vicino all'abitato di Mese (SO)

Autore: Christian Gajon
Titolo: Il primo sciame di stagione segnalato

Descrizione: domenica 6 aprile - Carlo Melazzini ci invia la foto del primo sciame "naturale" della stagione apistica 2014

Autore: Carlo Melazzini
Titolo: Sciami di Andrea

Descrizione: L'amico Andrea Visini ci ha inviato queste foto di un bello sciame

Autore: Andrea Visini
Titolo: Sciami di Andrea

Autore: Andrea Visini
Titolo: Sciami di Andrea

Autore: Andrea Visini
Titolo: Recupero a grandi altezze

Descrizione: L'amico Carlo Melazzini ci ha inviato queste foto di recupero di uno sciame che si era posto in cima ad un alta pianta. Sono interventi che richiedono ingegno e abilità

Autore: Carlo Melazzini
Titolo: Sulla cima degli alberi

Descrizione: Recuperare uno sciame che si posto in cima ad un albero risulta difficile e fonte, spesso, di frustrazione. Ci vuole abilità, sagacia e un briciolo di fortuna. Cleto Longoni, nei corsi di apicoltura si è spesso soffermato sulle tecniche che possono essere impiegate per questi interventi. Carlo Melazzini ha messo brillantemente a frutto tali tecniche.

Autore: Carlo Melazzini
Titolo: Sciami 2015

Descrizione: Complessivamente il 2015 si è caratterizzato, in Valtellina e Valchiavenna per una sciamatura molto contenuta. Alcune famiglie hanno però sciamato dopo che sono state portate in montagna ritrovando quelle condizioni "primaverili" che inducono al fenomeno

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Sciame selvatico

Descrizione: L'amico Luigi Pozzi ci ha trasmesso questa bella foto di Ezio Bombaderi. A fine autunno il bosco si spoglia e rivela quanto nascosto fra le fronde degli alberi...

Autore: Ezio Bombaderi
Titolo: Ogni sciame è un esame

Descrizione: Ogni sciame pone problemi diversi perché si pongono anche ad altezze consistenti e spesso sono posti in modo difficile da prendere. Ogni volta bisogna "inventarsi" modalità e l'attrezzatura più adeguata ... può tornare utile anche un paralume modificato :-))

Autore: Zeno Ciccone
Titolo: Sciamature

Descrizione: Dopo 2-3 giorni con un'intensa piovosità, che non ha permesso alle api di uscire a bottinare le piante di Robinia pseudoacacia ormai fiorite sul fondovalle valtellinese, finalmente oggi si è rivisto qualche raggio di sole e, in molti apiari, si sono verificate intense sciamature determinate da questo periodo con tempo instabile. Sempre curiose sono le forme che gli sciami assumono come quella nella foto dell'apicoltore Bigiolli Fabrizio.

Autore: Moretti Cristian
Titolo: Sciami alla fame

Descrizione: 2016 - Maggio - Si stanno raccogliendo sciami poco vitali e sostanzialmente alla fame. Le api sono così deboli che quando un colpo di vento ne stacca un gruppo sono così deboli da non rialzarsi in volo!! Sciami che, una volta catturati costruiscono con estrema lentezza i fogli cerei. Sciami che devono essere sostenuti con nutrizioni di soccorso.

Autore: Giampaolo Palmieri
Titolo: Metodo nepalese

Descrizione: 27 maggio 2016 si pensava, ma invece era solo una speranza, che la febbre sciamatoria fosse finita. Il gruppo Wathsapp invece si affolla anche oggi di foto, filmati e messaggi relativi a sciami. Maurizio Minatta, da Dubino manda invece via email le foto di questo "recupero" a 15 m di altezza!!

Autore: Maurizio Minatta
Titolo: Una sciamatura anomala

Descrizione: 16 giugno 2016 - nel nostro gruppo di Whatsapp le segnalazioni di raccolta di sciami sono continuate fino ad oggi. Una sciamatura così prolungata è del tutto anomala. Alcuni apicoltori hanno segnalato anche sciami che partivano nonostante la pioggia!!!
Titolo: Ancora sciami

Descrizione: siamo al 23 di giugno e il nostro gruppo di Whatsapp è ancora affollato di foto di sciami: un fenomeno che sembra non volersi arrestare quest'anno. Bella questa di Sara Bianconi

Autore: Sara Bianconi Sassella
Titolo: Recupero di uno sciame selvatico

Descrizione: Quando uno sciame è diventato "selvatico" ovvero ha già costruito i suoi favi e si è installato in modo permanente in un determinato sito diviene molto più difficile il recupero. Ritagliare i favi e montarli poi nei telaini richiede attenzione e perizia. Molto bravo il nostro Chedi Mansouri che con l'amico Gianluca Vassena hanno affrontato questa prova pur non avendo molta esperienza al riguardo.

Autore: Chedi Mansouri
Titolo: Api nel cassonetto

Descrizione: 22 luglio - Quando chiamano per raccogliere uno sciame a stagione avanzata si deve mettere in conto che c'è qualche favo da rimuovere. L'amico Carlo non si aspettava però un cassonetto intero ricolmo di favi!!

Autore: Carlo Melazzini
Titolo: Api nel cassonetto

Descrizione: 22 luglio - Quando chiamano per raccogliere uno sciame a stagione avanzata si deve mettere in conto che c'è qualche favo da rimuovere. L'amico Carlo non si aspettava però un cassonetto intero ricolmo di favi!!

Autore: Carlo Melazzini
Titolo: Castagno con sorpresa

Descrizione: Non ha aspettato Pasqua per la sorpresa!!! Tagliando un vecchio castagno nelle selve sopra l'abitato di Albosaggia in un pezzo di tronco si è trovato il nido costruito da uno sciame. L'ingresso del nido era situato ad una altezza di circa 10 m., una cavità che era stata utilizzata da diversi animali ma probabilmente scavata e adatta da generazioni di picchi. La famiglia di api che ne ha preso il possesso la riempita di favi e scorte per una lunghezza di un metro. Ringrazio Tiziano Leoni per le foto e per la segnalazione.

Autore: Tiziano Leoni
 
nereal.com . 05|17