Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Novità  
In questa sezione potete trovare le novità e comunicazioni degli ultimi due mesi che riguardano la vita dell'Associazione:


21/02 Nota tecnica

Nei periodici controlli per la Varroa individuato nell'apposito cassettino una forma immatura di Varroa viva. Tale presenza fa supporre che la popolazione del parassita sia già ad una seconda generazione.
18/02 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di FEBBRAIO 2020

Rilevazioni di Marco Moretti (Chiuro - loc. Fracia)

01 febbraio Kg 27,90 -0,60
06 febbraio Kg 27,60 -0,30
10 febbraio Kg 27,20 -0,40
15 febbraio Kg 26,80 -0,40
17 febbraio Kg 27,80 +1,00 candito proteico
21 febbraio Kg 27,20 -0,60
12/02 Nota tecnica

Negli ultimi anni ci siamo dovuti abituare ad inverni decisamente miti e asciutti. Anche la stagione che sta per concludersi non ha fatto eccezione.Tra le conseguenze di queste ormai consuete anomalie climatiche, osserviamo una precoce ripresa dell'ovodeposizione da parte delle regine ed un generale risveglio dell'attività dell'alveare. La stagione produttiva sembra quindi già appostata al cancelletto di partenza, pronta per partire in quarta con il rischio di bruciare le tappe.
Quali sono i rischi di una partenza anticipata?
Fioriture Queste temperature primaverili fanno temere un'esplosione delle fioriture prima che gli alveari abbiano raggiunto il punto di massimo sviluppo. La diretta conseguenza è la perdita di una cospicua parte della produzione.
Varroa Anticipando la ripresa della covata, viene anticipata inevitabilmente anche la riproduzione della varroa. Il rischio che ne deriva è che il parassita raggiunga il picco di massima diffusione prima che l'apicoltore possa mettere in atto gli interventi necessari a preservare la salute dell'alveare. Inoltre, la presenza di rose di covata già nel mese di gennaio, vanifica il lavoro di chi deve completare il ciclo di trattamento con apibioxal sublimato iniziato durante l'autunno.
Consumi Durante il blocco invernale, un clima altalenante con repentini abbassamenti delle temperature, non influenza in modo particolare il bioritmo dell'alveare. Il discorso cambia con la comparsa delle prime rose. Per uno sviluppo sano, la covata necessita una temperatura costante di circa 35°. Questo implica consumi elevati, non tanto per l'alimentazione diretta, ma per il riscaldamento del nido. I rilievi di Marco Moretti, ad esempio, nei primi 10 giorni di febbraio, registrano una perdita di peso di Kg 1,3, cioè più di una volta e mezza di quanto consumato in tutto il mese di dicembre! Potrebbe quindi essere necessario, in questo momento, sostenere gli alveari con del candito.
Popolazione Uno dei meccanismi più affascinanti degli alveari è il ricambio generazionale. Finita la stagione fredda, le operaie che hanno accudito la regina durante tutto l'inverno, impiegano le loro ultime energie vitali per svezzare la covata da cui nasceranno le api che andranno a sostituirle. Con una ripresa anticipata dell'ovodeposizione, questo delicato equilibrio può venire compromesso: un colpo di coda dell'inverno al momento sbagliato potrebbe esaurire queste ultime energie prima che le nuove leve abbiano sfarfallato. La covata stessa ne morirebbe, lasciando la famiglia senza via di scampo.
12/02 SALVIAMO API E AGRICOLTORI

Portiamo alla vostra attenzione l'iniziativa "SALVIAMO API E AGRICOLTORI" il cui scopo è quello di far arrivare alla commissione europea la proposta di abolire entro il 2035 l'uso dei pesticidi sintetici e ripristinare gli ecosistemi naturali nelle zone agricole. Questo, attraverso la raccolta di almeno un milione di firme certificate di cittadini europei. Vi chiediamo di investire 5 minuti del vostro tempo per firmare la petizione on-line. Sarà anche possibile firmare il modulo cartaceo presso il nostro ufficio, o durante gli incontri del martedì sera. Prendiamo esempio dall'alveare: l'unione fa la forza!
Per firmare e per avere maggiori informazioni cliccate sul link https://www.savebeesandfarmers.eu/ita/
06/02 RITIRO CERA

La nostra cooperativa API SONDRIO informa che il ritiro della cera per l'invio alla cereria del Nord di Angelo Sommaruga, verrà effettuata fino a VENERDI' 14 FEBBRAIO. Dopo tale data, il servizio di ritiro verrà sospeso fino all'inizio ottobre. Chi fosse interessato, si affretti. Buona giornata!
05/02 ATTENZIONE al forte vento

Il forte vento di questi giorni mette a rischio la sicurezza dei nostri alveari, specialmente quelli posti in zone aperte e poco riparate dalle intemperie. Ci sono già stati segnalati danni. Si consiglia a tutti gli apicoltori di apporre dei pesi sopra i coperchi degli alveari per evitare che questi vengano scoperchiati, o ribaltati. Consigliamo in alternativa di legare gli alveari ai supporti se questi sono ben ancorati al terreno
03/02 Servizio televisivo

Oggi, alle ore 21:20 su RAI 3 verrà trasmesso un Servizio Speciale di della trasmissione "Presa Diretta" dal titolo ULTIMA APE.
31/01 Segnalato un furto di alveari a Berbenno di Valtellina

E' stato segnalato il FURTO DI 4 ALVEARI in zona Berbenno di Valtellina, purtroppo con la fine dell'inverno il pericolo dei furti di alveari si intensifica e quindi invitiamo tutti gli apicoltori ad innalzare il livello di guardia ed attenzione.
30/01 Un patto di filiera per il miele

Nella sezione "I progetti" e quindi "Temi", un articolo di Giampaolo Palmieri su alcuni aspetti dell'attuale situazione di mercato e sul tentativo di realizzare un patto di filiera
29/01 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di GENNAIO 2020

Rilevazioni di Marco Moretti (Chiuro - loc. Fracia)

03 gennaio Kg 29,10 -0,30
07 gennaio Kg 28,80 -0,30
15 gennaio Kg 28,30 -0,50
21 gennaio Kg 27,90 -0,40
26 gennaio Kg 27,70 -0,20
28 gennaio Kg 28,50 +0,80 candito proteico
29/01 Nomadismo

Si ricorda che domani è l'ultimo giorno per presentare la domanda di nomadismo!!!
28/01 Scontrini elettronici: quali sono gli apicoltori che devono adeguarsi?

Nella sezione I Progetti e quindi Informazione è pubblicata una nota informativa predisposta dal dott. Cristian Moretti sulle novità normative relative agli scontrini elettronici
24/01 Sterilizzazione del materiale

La Cooperativa informa che il materiale apistico che si intende sterilizzare con i RAGGI GAMMA deve essere consegnato in sede a partire dal 28 gennaio e fino al 14 febbraio. Il costo del trattamento è di 36,60€ a scatola. La scatola ha una capienza di due arnie. Il materiale deve essere accuratamente avvolto nel cellophane o chiuso in sacchi di plastica. Il costo del trasporto varia in base al numero di scatole che verranno inviate. Chiunque fosse interessato è pregato di contattare l'ufficio per stabilire il giorno di consegna.
23/01 Avviso

Si avvisa che, SABATO 25 GENNAIO in occasione del SEMINARIO sull'allevamento e la selezione delle api regine che si terrà a BRONI, la cooperativa resterà CHIUSA. Chi fosse interessato a partecipare all'evento, chiami l'ufficio. Grazie.
16/01 CALENDARIO SEMINARI E INCONTRI DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

SABATO 25 GENNAIO 2020
"L'allevamento e la selezione di api regine"-seminario teorico-Broni (PV) ore 9.00-Docente: Marco Veneroni.

VENERDI' 7 FEBBRAIO 2020
"Idromele: la bevanda degli dei" - seminario teorico-Faedo, via Fumagalli 10, ore 20.30-Docente: Aldo Buiani.

VENERDI' 14 FEBBRAIO 2020
"L'allevamento e la selezione di api regine"-seminario teorico-Faedo, via Fumagalli 10, ore 20.30-Docente: Marco Veneroni.

VENERDI' 21 FEBBRAIO 2020
"Corso HACCP: pratiche di autocontrollo e compilazione del manuale"-Corso con rilascio attestato-iscrizione obbligatoria-Costo 20 €-Faedo, via Fumagalli 10 ore 20.30-Docente: Cristian Moretti.

VENERDI' 28 FEBBRAIO 2020
"Sistemi di prevenzione dei danni da orso-recinzioni elettrificate e dissuasori sonori: istruzione per l'uso e per il loro corretto mantenimento"-seminario teorico-Faedo, via Fumagalli 10 ore 20.30-Docente: Duccio Berzi.

VENERDI' 6 MARZO 2020
"Primo soccorso in apiario"-seminario teorico-Faedo, via Fumagalli 10, ore 20.30-Docenti: Lucia Folla, Gianfranco Lintas, Raffaele Lanzetti.

VENERDI' 13 MARZO 2020
"Patologie apistiche: facciamo il punto della situazione"-seminario teorico-Morbegno, via Cortivacci 2 presso Museo civico di storia naturale, ore 20.30-Docente: Franco Mutinelli.

SABATO 21 MARZO 2020
"Strategie di marketing"-seminario teorico-Faedo, via Fumagalli 10, ore 14.30-Docente: Stammelluti Ivan.

VENERDI' 27 MARZO 2020
Proiezione del filmato "Apicoltura in Valtellina" di Fabrizio Caltagirone e Italo Sordi-Faedo, via Fumagalli 10, ore 20.30.
14/01 Nota tecnica

L'amico Michele Martinelli segnala che ha riscontrato una rosa di covata appena deposta nell'alveare che ha controllato in un apiario posto a oltre 1400 m. di quota!! Già alcuni apicoltori avevano segnalato di aver riscontrato la presenza di covata in apiari posti a quota inferiore. Tutto ciò rende poca sicura l'efficacia di eventuale trattamento con Apibioxal "sublimato" come "verifica" o come "rifinitura" del trattamento effettuato in tardo autunno
11/01 Avviso

DOMANDA DI NOMADISMO: tutte le domande di nomadismo di chi ha fornito i dati al momento della denuncia anagrafica degli stanziali sono state presentate ad ATS e una copia vi è stata mandata via mail. Invitiamo quindi tutti gli interessati a CONTROLLARE la propria casella di posta, VERIFICARE la correttezza del documento e, in caso di mancata ricezione o errori, a contattare l'ufficio APAS. Ricordiamo invece, a chi sta ancora valutando il da farsi, che il termine ultimo per presentare la domanda scade il 31 GENNAIO
06/01 Nota tecnica

L'amico Luigi Pozzi ci ha inviato le immagini di cassettini antivarroa contenenti molti granuli di polline. L'apiario in questione è sito a Mazzo di Valtellino, a circa 650 m.slm !!! Il tempo stabile con giornate soleggiate, il cielo frequentemente sereno e terso e le temperature sopra la media hanno portato la vegetazione ad anticipare: nei giardini troviamo fiorito il profumato Calicanto (Chimonanthus Lindl), l'Erica (Calluna Vulgaris Seed) e il nocciolo (Corylus avellana). Per la diffusione che questa pianta ha in Valtellina, per la quantità di polline che produce, per la sua appetibilità da parte delle api è una fioritura particolarmente importante . E' inoltre una pianta rustica che si adatta a tanti ambienti e che quindi presenta una fioritura scalare che permette alle api un approvvigionamento abbastanza prolungato nel tempo. Ma è il periodo che fa giocare un ruolo chiave a questa fioritura: è pressoché l'unica fonte disponibile di polline ed è soprattutto il segnale che l'inverno è ormai alle spalle e che quindi gli alveari possono riprendere le attività: Il polline è infatti necessario per l'alimentazione della covata e la cospicua importazione è stimolata dalla sua presenza ed è al contempo uno dei principali stimoli per una maggiore deposizione. L'arrivo di api con polline e la sua presenza nel cassettino può essere considerato uno dei segnali indiretti che può far ipotizzare l'eventuale presenza di covata. Altri segnali da tener presente (oltre alla quantità di polline importata) sono, ad esempio, la presenza di uova e scaglie traslucide di cera cadute nel cassettino.
Come sempre succede in agricoltura una ripresa troppo rapida non è mai positiva. L'inverno non è alle spalle e gli abbassamenti termici sono dietro l'angolo. Famiglie che partono troppo presto sono maggiormente a rischio, bisogna seguirle ancora più attentamente per una molteplicità di fattori: per ora è bene che ogni apicoltore, tenga monitorati i propri alveari anche solo con l'osservazione del cassettino e dal traffico alle porticine.
30/12 Nota tecnica

L'amico Marco Bianchi segnala la presenza di rose di covata in diversi alveari del suo apiario. L'Ape Ligustica, rispetto alla Carnica tende più facilmente a ridurre o, addirittura ad annullare, il periodo di sospensione della deposizione, allevamento e cura della covata. Basta un periodo relativamente prolungato con tempo stabile e mite per indurre gli alveari ad uscire dal blocco di covata. Tre anni fa quasi non ci fu interruzione se non nell'autunno inoltrato con una ripresa della covata in dicembre (con una bolla di caldo eccezionale intorno a Natale), anche lo scorso anno ci fu una ripresa delle covate intorno a Natale ma poi le temperature tornarono, in breve, più congruenti al periodo e le covata furono nuovamente sospese. Le api controllano la deposizione delle regine con l'alimentazione ma anche con la rimozione diretta delle uova deposte: in inverno, e soprattutto nei primi mesi dell'anno, non è infrequente trovare nel cassettino antivarroa uova depose recentemente, cadute alle api che le avevano rimosse dalle celle.
29/12 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di DICEMBRE 2019

Rilevazioni di Marco Moretti (Chiuro - loc. Fracia)

02 dicembre Kg 31,00 -0,20
08 dicembre Kg 29,90 -0,10
17 dicembre Kg 29,50 -0,40
28 dicembre Kg 29,40 -0,10
 
nereal.com . 05|20