Homepage
  Chi siamo
  Il sogno
  Gli obiettivi
  Il miele
  I nostri servizi
  Associarsi
  I Corsi
  Novità
  La rivista
  La Cooperativa
  I Progetti
  Dicono di noi
  Appuntamenti
  Fotografie
  Dove siamo
  Contattaci
  Link
  Miele.so.it
  Storia
  Pubblicazioni
  Libri
  Bacheca
 
 
 Novità  
In questa sezione potete trovare le novità e comunicazioni degli ultimi due mesi che riguardano la vita dell'Associazione:


21/08 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di AGOSTO 2018

Rilevazioni di Marco Moretti

01 agosto Kg 33,50 +0,00 Apibioxal
03 agosto Kg 33,00 -0,50
05 agosto Kg 33,00 -0,00
08 agosto Kg 33,00 -0,00
11 agosto Kg 32,70 -0,30
16 agosto Kg 33,20 +0,50 candito proteico
20 agosto Kg 32,70 -0,50
31/07 Nota tecnica

Nel fondovalle la fase produttiva è finita abbastanza precocemente: già dopo i primi di luglio non si notavano incrementi significativi di peso ma anzi, in generale, si assiste ad un sostanziale equilibrio se non ad una perdita ponderale più o meno consistente. Poche d'altronde le fonti di nettare e di polline. Nelle aree abbandonate, in particolare in quelle più umide e fresche, troviamo la "verga aurea" ovvero la Solidago virga aurea; interessante sì ma spesso una fonte insufficiente nelle aree dove si concentra la presenza di molti apiari e di molti alveari. E' opportuno, se si opera in queste realtà, monitorare lo stato delle famiglie ed in particolare dei nuclei per non far mancare loro un sostegno nutritivo.
Alcune zone, in particolare nell'Alto Lago ed inizio della Valtellina, luglio invece ha riservato una raccolta suppletiva e, per certi versi inaspettata, grazie ad una presenza marcata di afidi e di metcalfa (quest'ultimo è anch'esso un Rincoto omottero ma produce un melata più gradevole e richiesta dal mercato).
La stagione produttiva, come sempre rimane un po' più lunga in alta montagna dove le fioriture erbacee sono attive ed interessanti fino a stagione inoltrata.
Giampaolo Palmieri
30/07 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di LUGLIO 2018

Rilevazioni di Marco Moretti

01 luglio Kg 61,50 +1,20
02 luglio Kg 62,50 +1,00
03 luglio Kg 63,00 +0,50
04 luglio Kg 63,70 +0,70
06 luglio Kg 63,30 -0,40
08 luglio Kg 62,90 -0,40
09 luglio Kg 56,00 -6,90 blocco di covata
11 luglio Kg 56,30 +0,30
12 luglio Kg 55,80 -0,50
16 luglio Kg 55,20 -0,60
17 luglio Kg 33,50 -21,70 prelievo melari
19 luglio Kg 33,10 -0,40
22 luglio Kg 32,60 -0,50
26 luglio Kg 32,80 +0,20
30 luglio Kg 33,50 +0,70 candito proteico
28/07 6 ^ edizione Concorso Grandi Mieli di Lombardia

Associazione Apicoltori Lombardi organizza anche quest'anno il Concorso Grandi Mieli della Lombardia. Un'iniziativa che promuove e valorizza i mieli del territorio e che, grazie alle capacità e passione profusa da Claudio Vertuan è divenuta una manifestazione molto partecipata e seguita. Nella sezione "I Progetti" e quindi "Informazione" è possibile trovare, leggere e scaricare il bando e la scheda per la partecipazione al edizione 2018.
24/07 Ernesto Agnelli - ringraziamenti

Qui di seguito riportiamo i ringraziamenti di Emanuela e Michele, figli di Ernesto Agnelli, rivolti agli apicoltori:
Agli Apicoltori della Provincia di Sondrio,
a pochi giorni dalla morte di nostro padre ci troviamo a scriverVi.
Voi amici di sempre e legati a papà dalla passione per il meraviglioso mondo delle api, avete continuato a dimostrargli l'affetto e la stima. Papà ne era sempre molto felice e noi ve ne siamo grati.
Ora lo abbiamo salutato, lo avete salutato.
Commossi abbiamo ascoltato e letto tutto ciò che avete voluto condividere per dimostrare la vostra stima per nostro padre.
Un grazie di cuore a ciascuno di voi.
Emanuela e Michele
11/07 ALLARME VARROA

Come espresso nei nostri convegni "Strategia di lotta alla Varroa 2018" che si sono tenuti a Faedo Valtellino e a Sorico prevediamo per quest'anno una carica di Varroa sensibilmente più alta rispetto agli anni passati. Allarmanti in proposito le osservazioni del nostro Tecnico apistico attivo in Brianza, Cristina Palmieri. Su tre apiari visitati ieri due erano già in situazione di criticità con Varroa visibile sulle api o a spasso sui favi di covata. Nel terzo apiario la situazione si presentava nella norma poiché si erano verificati dei blocchi di covata naturali in conseguenza della produzione dei nuclei. Un quarto apicoltore, su consiglio del Tecnico ha effettuato una prova con il metodo ZAV ed ha registrato una caduta di ben 8 Varroe (su 200-250 api!!!!!).
Come più volte ribadito, verificare il grado di infestazione del parassita è molto importante NON PER DECIDERE SE FARE O MENO IL TRATTAMENTO ESTIVO - CHE RIMANE OBBLIGATORIO ED INDISPENSABILE - MA PER SCEGLIERE IL PROTOCOLLO PIU' ADEGUATO ALLA SITUAZIONE E I TEMPI DI INTERVENTO.
Invitiamo quindi gli apicoltori che hanno postazioni in fondovalle o in pianura ad effettuare una attenta verifica della presenza di Varroa.
Ricordiamo che gli alveari più produttivi sono quelli più a rischio. Spesso sono infatti quelli che hanno prodotto più cicli di covate e senza soluzione di continuità ad essere a maggior rischio di infestazione. Questi alveari, inoltre, beneficiano spesso di un effetto di deriva che inevitabilmente innalza il numero di parassiti (e permette loro un certo mescolamento genetico diffondendo la capacità di "resistenza" ai prodotti e ai protocolli utilizzati).
10/07 Ernesto Agnelli

Abbiamo appreso che è mancato Ernesto Agnelli, figura storica dell'apicoltura valtellinese. i funerali si svolgeranno a Sondrio, mercoledì 11 luglio, nella chiesa di San Rocco alle ore 16:30.
Nella sezione "I Progetti" e quindi "Informazione" un breve ricordo di Ernesto
06/07 Nota tecnica

Nella zona di Monza-Brianza la raccolta sembra essere finita da qualche giorno. In chiusura anche nella bassa Valtellina, ancora attiva nella Media e nella Alta Valtellina oltreché in alta montagna.
In alcune zone c'è raccolta su melata. Osservate alcune piante con Metcalfa (un produttore di melata non molto presente in Valtellina). Attenzione al miele-cemento (o "manna"). In realtà pare sia un tipo di melata raccolta senza che poi avvenga una adeguata trasformazione e apporto enzimatico. Per tale motivo cristallizza all'interno dei favi e in un modo tale da non essere più disponibile alle api per l'alimentazione e ne estraibile per l'apicoltore. Se si verifica tale raccolta sarebbe opportuno trasferire gli alveari.
03/07 Nota tecnica

Nella giornata odierna è previsto un rapido passaggio temporalesco con precipitazioni intense ma non tali da modificare sostanzialmente la situazione di siccità. Consigliamo in proposito di leggere l'articolo di meteosvizzera dal titolo "Quando piove?"

https://www.meteosvizzera.admin.ch/home.subpage.html/it/data/blogs/2018/7/quando-piove.html

In diverse zone il caldo e la penuria di precipitazioni sta condizionando il raccolto, accorciando di molto l'attività sul tiglio ma compensando con melata e con il rovo. Il castagno sembra ancora reggere, soprattutto in area orobica ed alzandosi un po' di quota.
30/06 Variazioni di peso dell'alveare campione nel mese di GIUGNO 2018

Rilevazioni di Marco Moretti

02 giugno Kg 48,10 +0,10
03 giugno Kg 48,10 +0,00
04 giugno Kg 47,90 -0,20
06 giugno Kg 47,70 -0,20
07 giugno Kg 47,70 -0,00
08 giugno Kg 47,60 -0,10
09 giugno Kg 48,00 +0,40
10 giugno Kg 48,30 +0,30
11 giugno Kg 48,90 +0,60
13 giugno Kg 48,50 -0,40
14 giugno Kg 48,70 +0,20
15 giugno Kg 49,20 +0,50
16 giugno Kg 50,20 +1,00
17 giugno Kg 51,70 +1,50
18 giugno Kg 52,70 +1,00 orfana , ridata una regina
19 giugno Kg 53,20 +0,50
20 giugno Kg 54,60 +1,40
21 giugno Kg 55,80 +1,20
22 giugno Kg 56,00 +0,20
23 giugno Kg 56,00 +0,00
24 giugno Kg 56,40 +0,40
25 giugno Kg 56,50 +0,10
26 giugno Kg 57,20 +0,70
27 giugno Kg 58,20 +1,00
28 giugno Kg 58,50 +0,30
29 giugno Kg 59,50 +1,00
30 giugno Kg 60,30 +0,80
28/06 Nota tecnica

Nonostante i frequenti temporali del mese di maggio e giugno la somma dei millimetri di pioggia caduti dall'inizio dell'anno sono sotto la media. L'ultima precipitazione registrata da Meteopiateda è del 13 ottobre (se si eccettua una "finta" di 0,2 mm il 24 giugno). Il caldo e il vento che frequentemente soffia sembrano "asciugare" la vegetazione ed il terreno sempre più velocemente. Le fioriture del castagno e del tiglio si sono così rapidamente esaurite sul fondovalle e, con una certa la scalarità, risalgono le pendici. Le api degli apiari posti in basso riescono, per ora, a seguire queste fioriture e si nota infatti che le famiglie non rimangono oziose ma gli incrementi di peso degli alveari sono piuttosto contenuti. La fioritura di castagno e del tiglio rimane ancora pienamente attiva in sponda orobica. In zona retica queste fioriture si stanno esaurendo con maggiore velocità anche se, nelle valli affluenti resistono in nicchie produttive e particolari. Se la situazione climatica non muta è probabile che per gli apiari posti nel fondovalle, fra pochi giorni, la stagione può dirsi conclusa.
 
nereal.com . 05|18