Pagine interne

ANAGRAFE APISTICA

Chiunque detenga qualsiasi tipo di animale, d'affezione o da allevamento, è tenuto a registrarli in anagrafe zootecnica presso la propria ATS di riferimento. Le api non fanno eccezione.

L'anagrafe apistica viene gestita da regione lombardia tramite un portale informatico chiamato banca dati regionale (BDR) con cui si interfacciano le varie ATS, i veterinari e gli operatori delle associazioni apistiche.

Gli associati possono quindi delegare la gestione di tutte le pratiche burocratiche ad APAS scaricando l'apposito modulo che troverete in fondo alla pagina.

 Vediamo quali sono le principali pratiche di anagrafe apistica:

  • APERTURA CODICE APICOLTORE: per richiedere un nuovo codice è necessario compilare e firmare gli appositi moduli, fornire copia di un documento d'identità e le coordinate GPS della postazione dove verrà ubicato l'apiario. E' d'obbligo fornire traccia della provenienza degli alveari. Una volta aperto il codice vengono rilasciati:

    • CARTELLO IDENTIFICATIVO: è appunto un cartello che riporta il codice apicoltore (in grandi caratteri) e nome e codice identificativo della postazione. Ogni postazione ha il suo cartello. Questo deve essere esposto in maniera ben visibile nei pressi dell'apiario, anche se situato su terreno privato e recintato. Viene fornito dall'ente delegato (associazione, o ATS)

    • REGISTRO FARMACI: assimilabile al “quaderno di campagna” su cui si dovranno annotare i trattamenti a cui sottoporrete le vostre famiglie. Sono da annotare solo i trattamenti che prevedono la somministrazione di farmaci ad uso veterinario. Viene solitamente rilasciato dalle ATS, ma non da tutte: alcune  provvedono alla sola vidimazione di un registro che deve essere fornito dall'apicoltore.

  • DENUNCIA ANAGRAFICA DEGLI APIARI STANZIALI: ogni anno, dal 1° di novembre al 31 dicembre si apre l'anagrafe apistica, ovvero una sorta di censimento dove tutti gli apicoltori sono chiamati a denunciare il numero degli alveari presenti nei loro apiari stanziali.

  • ALLEGATI C: l'allegato C è un documento che traccia gli spostamenti degli alveari e vale anche come documento di trasporto. Va richiesto almeno tre giorni lavorativi prima dello spostamento. Gli alveari vengono spostati per diverse motivazioni:

    • ALLEGATO C PER NOMADISMO: quando si spostano alveari per seguire le diverse fioriture stagionali, occorre richiedere un allegato C per nomadismo indicando l'apiario di partenza, l'apiario di destinazione, il n° di alveari che vengono spostati, la data dello spostamento e la durata della permanenza.

    • ALLEGATO C PER IMPOLLINAZIONE: quando gli alveari vengono spostati per offrire il servizio di impollinazione a un'azienda agricola, non è necessario georeferenziare la postazione ed esporre il cartello. Esiste un allegato C apposito. Bisogna indicare l'apiario di partenza, la data dello spostamento, il numero di alveari e i dati della ditta che richiede il servizio (ragione sociale, indirizzo, p. IVA)

    • ALLEGATO C PER APERTURA DI UN NUOVO STANZIALE: solitamente gli spostamenti tra apiari stanziali non devono essere segnalati. Quando però si tratta dell'attivazione di un nuovo stanziale occorre richiedere l'allegato C fornendo gli stessi dati utili per il nomadismo tranne il periodo di permanenza.

    • ALLEGATO C PER CESSIONE ALVEARI: chiunque ceda alveari, che sia per compravendita, o a titolo gratuito, deve richiedere un allegato C e fornirne una copia all'acquirente. E' necessario comunicare il numero di alveari o nuclei che vengono ceduti, l'apiario di partenza, la data, il codice allevamento dell'acquirente e il comune dell'apiario di destinazione. L'approvazione dell'allegato C avverrà in automatico per gli apicoltori che avranno aderito al piano di accreditamento, o in presenza di certificazione sanitaria/visita veterinaria per tutti gli altri.

  • MOVIMENTAZIONE IN INGRESSO: quando acquistate degli alveari, il vostro fornitore deve darvi una copia del sopracitato allegato C. Con questo documento si registra in BDR l'entrata in apiario delle nuove famiglie.

MODULO DELEGA

Per delegare ad Apas la gestione dell'anagrafe apistica scarica, compila, compila, firma ed invia a info@apicoltori.so.it il modulo qui sotto. Ricordati di allegare copia della carta d'identità.